Presentazione libro “Simone, Le Castor. La costruzione di una morale” di Bastiana Madau

Presentazione libro “Simone, Le Castor. La costruzione di una morale” di Bastiana Madau
Settembre 8, 2022 No Comments Eventi wp_7992244

Sabato 17 settembre alle ore 17:30 l’ACSIT di Firenze propone, alla Biblioteca delle Olbate (via dell’Oriuolo 24) la presentazione del libro “Simone, Le Castor. La costruzione di una morale” di Bastiana Madau. Introduce l’evento e dialoga con l’autorice il presidente ACSIT Angelino Mereu.

Nel terzo appuntamento della rassegna “Sardegna: un mare di libri” si parlerà, oltre che del testo, anche di Marianna Bussalai e di altre “Maestre” protagoniste nel percorso di formazione dell’autrice e stimolo per nuove ricerche e scoperte.

L’evento è inserito nell’ambito dell’Estate Fiorentina 2022. Ingresso libero

Il libro: A 30 anni dalla morte di Simone de Beauvoir, avvenuta a Parigi il 14 aprile del 1986, Bastiana Madau imbastisce un testo che non è un omaggio di circostanza, bensì ripercorre alcuni tratti salienti del pensiero della grande scrittrice e filosofa, come quello della «costruzione morale», che a suo dire attraversa l’intera opera: dai saggi ai romanzi alla monumentale autobiografia. la vicinanza al pensiero della filosofa francese pone l’autrice di simone, le castor in una posizione privilegiata: da un lato, infatti, la puntigliosità analitica si misura con perizia intorno ad alcuni testi (in particolare memorie di una ragazza per bene, per una morale dell’ambiguità e l’invitata) e dall’altro si sporge verso la riconoscenza. in questo risveglio che intreccia teoria e prassi, parola e impegno, decide di consegnare un ritratto di simone de beauvoir ai bordi di una promessa – quella che lambisce solo in parte gli anni sessanta che si stanno affacciando e che puntellano la mappa più grande di ciò che arriverà. in questo stato di attesa, di qualcosa a venire che sarà la donna come «soggetto imprevisto della storia», la strada verso la morale appartiene a un ambito molto più intimo di quanto non si pensi. il passaggio dalla solitudine alla presa d’atto dell’esistenza d’altri e altre ci consegna una Simone de Beauvoir felice, nel senso del superamento della frattura tra l’io e il resto del mondo che non è mai un «paesaggio abbandonato», ma una superficie complessa di vaste e intense relazioni di cui la morale rappresenta orientamento essenziale.

L’autrice: BASTIANA MADAU, laureata in Filosofia all’università La Sapienza di Roma, ha diretto le biblioteche comunali di Orani e Orgosolo, facendole diventare dei centri di eccellenza culturale in Sardegna. La specializzazione in biblioteconomia e in bibliografia e la pluriennale esperienza l’hanno portata a tenere numerosi laboratori e seminari di educazione alla lettura rivolti a insegnanti, genitori e operatori culturali e a insegnare nei corsi di formazione per bibliotecari. Dal 2001 lavora come editor per la Ilisso Edizioni di Nuoro occupandosi di diverse collane e curando la serie di narrativa internazionale “Contemporanei/Scrittori del mondo”.
Ha all’attivo un romanzo, ”Nascar” (Poliedro, 2003), che ha avuto interessanti riscontri critici. Suoi articoli e recensioni sono stati pubblicati in diverse riviste e quotidiani. È coautrice di “Orgosolo: omaggio a Franco Pinna” (Frigidaire-Primo Carnera, 1997), autrice della postfazione al volume della fotografa Sebastiana Papa “Orgosolo” (Fahrenheit 451, 2000) e delle introduzioni ai volumi Ilisso “Il filo della pietra” (2012) e “Intervista a Maria” (2003).
Dal 2018 Bastiana Madau organizza a Orani il Festival “Quando tutte le donne del mondo”, conosciuto come “QU/Festival”, una rassegna culturale tutta al femminile da lei ideata e diretta, giunta quest’anno alla quarta edizione

About The Author

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.